Prevenzione furti con scasso

84% of 100%

La maggior parte dei furti con scasso si verifica grazie alla possibilità di aprire facilmente una porta o una finestra. Puoi rendere la tua casa un posto decisamente più sicuro grazie a pochi semplici accorgimenti. Ad esempio, puoi rendere più difficile a uno scassinatore l’intrusione in casa tua utilizzando una porta e serrature per finestre più robuste e sicure. Allo stesso modo, puoi installare un sistema automatico di controllo della luce, tende a rullo o un sistema di allarme antifurto.

  1. La tua casa è un salone di esposizione!

    Ricordati che se lasci tende o tendine aperte, è facile per uno scassinatore vedere con esattezza cosa c’è in casa tua. Quindi, una buona strategia per evitare i furti con scasso inizia da dove tieni le cose in casa e dalla tua routine quotidiana.

    Ispezione degli interni
    Accertati che non ci siano oggetti rimasti incustoditi attorno a casa tua che potrebbero aiutare gli scassinatori a introdursi in casa. Quindi, non lasciare libere scale (a pioli) in giardino o in un capanno per attrezzi aperto. Lo stesso vale per gli utensili pesanti – riponili sempre in luoghi chiusi e sicuri. Tieni chiuse le finestre di cantine e seminterrati e, se necessario, installaci griglie di protezione.

    Pensa come uno scassinatore
    A meno che tu non abbia lasciato una porta o una finestra aperta, uno scassinatore inizia cercando di aprire forzando una porta o una finestra. Osserva bene tutti i possibili punti di intrusione. Ad esempio, è possibile raggiungere il piano superiore arrampicandosi su alberi cresciuti a fianco dei muri, o saltando su per un balcone, un cassonetto dei rifiuti, una grondaia o graticci per piante rampicanti? La finestra del bagno è un altro possibile punto di intrusione.
    Gli scassinatori spesso riescono a introdursi con facilità utilizzando utensili semplici quali pinze, un cacciavite o un piede di porco. Quindi, fate in modo che la cosa sia per loro più difficile possibile cosicché, con molta probabilità, tenteranno la sorte altrove.

  2. Serratura a cilindro nelle porte di ingresso esterne

    Se vuoi sostituire nella tua porta una semplice serratura incassata con una più sicura serratura a cilindro, ci sono pochi punti importanti da considerare:
    1. La profondità della serratura nella porta.
    2. La distanza tra il chiavistello e il fermo; solitamente è 110 o 72 mm
    3. La lunghezza del cilindro che deve corrispondere allo spessore della porta; solitamente è di 60 mm

    Se la porta è già dotata di serratura a cilindro, il fermo o chiavistello deve sporgere di almeno 20 mm. È più facile sostituire la serratura se il corpo della stessa e la contropiastra sono della stessa misura di quella vecchia. Se ciò non fosse possibile, scegli una serratura la cui placca è più grande della precedente, così le nuove viti di fissaggio troveranno sede in punti diversi del legno della porta. Oppure, puoi installare un fermo aggiuntivo nella porta.

  3. Contropiastra con bocchetta di riscontro incassata

    Se installi una serratura con una contropiastra con bocchetta di riscontro incassata al posto di una contropiastra semplice, uno scassinatore non potrà usare un cacciavite per spingere indietro il fermo o il chiavistello. Per installare una bocchetta di riscontro incassata, devi ricavare, tagliando via o trapanando, un incavo sufficientemente grande nel telaio della porta da consentire alla bocchetta di inserirsi perfettamente.

  4. Installazione dei perni antiscasso

    I perni antiscasso impediscono a uno scassinatore di togliere via semplicemente la porta dopo aver rimosso i perni dei cardini.
    Con il trapano, pratica un foro nella porta dal diametro di 10 mm e profondo 30 mm a circa 5 cm da ciascun cardine. Inserisci i perni antiscasso nei fori lasciando fuoriuscire dalla porta l’estremità a punta.
    Ora, chiudi la porta esercitando un po’ di pressione in modo che i perni che fuoriescono marchino i punti nel telaio della porta in cui praticare con il trapano i fori per i manicotti. Con il trapano, pratica in questi punti fori dal diametro di 17 mm e profondi 20 mm.
    Ora in questi fori puoi inserire i manicotti. Puoi inserire 3 perni antiscasso in ciascuna porta.

  5. Serratura aggiuntiva

    Se vuoi che la tua porta di ingresso sia estremamente sicura, puoi installare una serratura aggiuntiva nella parte inferiore della porta. Installa questa serratura aggiuntiva esattamente nello stesso modo in cui hai installato la serratura principale nella parte centrale della porta. Se non hai spazio a sufficienza per questo tipo di serratura, puoi sempre utilizzare una serratura a scatto, che viene montata sulla cartella.

  6. Porte scorrevoli e finestre

    Se hai porte scorrevoli o finestre, puoi dotarle di serrature a cilindro. Queste serrature hanno un perno che sporge verso la parte scorrevole della porta o della finestra. La serratura a cilindro è azionata da una chiave, e quando è serrata la porta o la finestra non può essere aperta.
    Questo sistema può essere utilizzato anche per le finestre da tetto e lucernari come le finestre Velux. Molte persone non pensano a queste finestre. Se uno scassinatore riesce ad arrampicarsi sul tetto, può aprire il meccanismo di chiusura del lucernario mediante un cacciavite, ad esempio attraverso la cupola di ventilazione. In questo caso, una serratura a cilindro dotata di perno, impedisce che il lucernario venga aperto.

  7. Maggiore sicurezza con una serratura multipunto

    Una serratura multipunto assicura la porta in tre punti diversi. I tre punti di chiusura sono azionati da una sola chiave. L’installazione è la stessa di una serratura a un solo punto di chiusura, tranne per il fatto che la contropiastra si estende per tutta l’altezza della porta.

  8. Serratura multipunto a scatto

    Le serrature multipunto sono disponibili anche nella forma di serrature a scatto (serrature montate sulla cartella). Il vantaggio di queste serrature è che possono essere installate senza dover necessariamente apportare troppe modifiche. La serratura centrale viene installata allo stesso modo in cui si installa una singola serratura a scatto. Le due aste collegano la serratura centrale ai due punti di ancoraggio: uno nella parte superiore della porta, una nella parte inferiore. Puoi tagliare con la sega le due aste alla lunghezza necessaria e poi installare le guide delle aste.
    Ricorda che le aste devono essere più lunghe della porta, perché devono innestarsi nelle contropiastre superiore e inferiore quando la porta viene chiusa. Innanzitutto installa la contropiastra superiore nella parte superiore del telaio della porta. Poi, se necessario, pratica una rientranza nel pavimento per l’innesto dell’estremità inferiore dell’asta. Infine, controlla che tutte le parti del meccanismo dell’asta funzionino in modo fluido.

  9. Installazione di griglie di protezione nelle finestre di seminterrati o cantine

    Puoi installare griglie o sbarre di protezione di fronte o dietro le finestre di seminterrati e cantine. Spesso è possibile acquistare griglie o sbarre di protezione pronte all’uso per telai di finestre di formato standard, altrimenti le puoi realizzare da solo. Dividi la larghezza del telaio della finestra in sezioni di circa 20 cm ciascuna, e segna le posizioni delle sbarre. Pratica i fori necessari (profondi almeno 8 cm) nel muro con l’ausilio di un trapano o di uno scalpello. Verifica che le sbarre siano saldamente installate sia verticalmente sia orizzontalmente, quindi fissale in posizione con del cemento.

  10. Occhiello porta

    Per essere sicuro di non aprire la porta a ospiti non desiderati, puoi installare un occhiello o uno “spioncino”. Questo ti consente di identificare chi suona alla tua porta prima di doverla aprire e farlo entrare. Pratica con il trapano un foro nella porta approssimativamente ad altezza occhi (circa 1,65 m); il foro deve avere l’ampiezza indicata nella confezione dell’occhiello. Avvita assieme il più possibile le due parti dell’occhiello che contengono le lenti.

  11. Chiavistello o catenaccio

    Un’altra possibilità per identificare chi suona alla tua porta prima di aprirla è il chiavistello o catenaccio. Questo consente un'apertura ridotta della porta solo per identificare chi ha suonato, ma evita che la porta venga completamente aperta.

  12. Pellicola di sicurezza

    Se applichi una pellicola di sicurezza adesiva e la finestra viene rotta, questa non si frantumerà in mille pezzi. Taglia la pellicola a misura e applicala al vetro. Per facilitare l’adesione della pellicola, prima dell’applicazione inumidisci il vetro con una soluzione di acqua e sapone. Quindi, con l’ausilio di un lavavetri, elimina l’acqua in eccesso e le eventuali bolle d’aria rimaste sotto la pellicola. Lascia che tutto si asciughi e il gioco è fatto!

  13. Una cassaforte resistente al fuoco

    Una cassaforte resistente al fuoco saldamente ancorata è un luogo perfetto in cui riporre i tuoi oggetti di valore e documenti importanti al sicuro dai ladri e dalle fiamme. Significa anche che saprai sempre dove sono e non dovrai perder tempo a cercarli ogni volta che ti servono. La maggior parte delle casseforti resistenti al fuoco sono dotate di una serratura con combinazione.

    Per installare una cassaforte resistente al fuoco devi scegliere un luogo intelligente all’interno della tua casa, ad esempio, all’interno di un armadietto. Puoi agevolmente collocare la cassaforte su uno scaffale dell’armadietto e fissarla alla parete retrostante. Oppure, per un lavoro da vero professionista, puoi inserire la cassaforte all’interno di un incavo nella parete e fissarla con del cemento.

Valutazione

Valuta queste istruzioni passo per passo.

Prevenzione furti con scasso

4.2
4.2 of 5

27 totale

  • 5
    16
  • 4
    3
  • 3
    5
  • 2
    2
  • 1
    1